Benvenuti in ParrocchiaSfr.it - il sito ufficiale della Parrocchia di Santa Francesca Romana all'Ardeatino

Teatro

40La compagnia delle Idee

Dal 2013 nella nostra Parrocchia è presente una compagnia Teatrale che allestisce con impegno e costanza uno spettacolo all’anno, presentato a fine maggio, il cui incasso, ricavato dalle libere offerte degli spettatori, si devolve in beneficienza.

Questa iniziativa nacque per volontà di alcuni ragazzi (all’epoca più o meno quindicenni) che frequentavano il post cresima, volevano organizzare un’opportunità per raccogliere una somma da devolvere alle opere caritative della Parrocchia.

Scelsero due racconti di Agata Christie che loro stessi adattarono alla rappresentazione teatrale, ma fin da subito si resero conto che c’erano non pochi problemi di carattere tecnico. Infatti immagino che chiunque veda un palcoscenico vuoto e buio non sappia nemmeno immaginarsi come illuminarlo e  arredarlo in maniera da creare la giusta cornice di uno spettacolo, non avendo esperienza in materia. Ed ecco che intervenni. In quanto  mamma di una delle ragazze che avevano promosso l’iniziativa, essendo un’attrice professionista ed avendo una lunga esperienza anche di allestimento di spettacoli, mi proposi  in loro aiuto. Curai  la regia e organizzai  scene, costumi e luci utilizzando quelle della mia compagnia.

Il risultato fu lo spettacolo “ Serata in giallo”. Il successo fu ottimo e Don Carmine, entusiasta, mi chiese di organizzare un corso  di Teatro aperto a tutti i parrocchiani interessati.

Io credo che, come corso teatrale, non ci sia niente di meglio che vedere uno spettacolo nascere, così ho chiesto ai ragazzi fondatori della Compagnia se fossero d’accordo ad estendere l’ingresso alla Compagnia ad eventuali interessati senza limite di età. Accettarono. E la Compagnia passò in un batter d’occhio da 9 a 27 elementi dai 14 ai 78 anni. Il problema era trovare un testo teatrale che offrisse le parti giuste per tutti. E non mi riferisco solo al numero delle persone, ma alla loro età, sesso  e fisicità. Dall’anno prima avevo promesso ai ragazzi che avremmo messo in scena  “La zia di Carlo” di B. Thomas, una divertente commedia i cui protagonisti sono collegiali di Oxford, quindi ideale per l’età dei primi componenti della compagnia. Ma adesso che c’erano altri 18 elementi in più da sistemare non era sufficiente. Pensai allora di abbinare a “La zia di Carlo” una piccola farsa. Per questo spettacolo ci servimmo della scuola di cucito della Parrocchia che realizzò deliziosi costumi. Anche questo spettacolo fu molto apprezzato.  E non ci siamo ancora fermati.

Il 2016 è stata la volta de “Il medico dei pazzi” di Scarpetta, che ha visto entrare nel gruppo anche due bambini, uno di 8 e una di 11 anni.

Con qualcuno che abbandona e qualcuno che subentra, il numero dei componenti continua ad essere più o meno lo stesso.

E adesso, con quattro anni di esperienza sulle spalle ci sentiamo pronti per affrontare il mostro sacro Molière!!!

Antonella